< Back

Maria Cristina Costa

Maria Cristina Costa


Laureata in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1962 e ivi abilitata all’esercizio della professione nel 1963. Libero professionista – titolare di un proprio studio – ha svolto la propria attività nel campo dell’architettura e dell’urbanistica con particolare riguardo ai problemi del recupero e del restauro conservativo storico-monumentale e ambientale rispetto ai quali è autrice di saggi e pubblicazioni in riviste e collane scientifiche. In particolare in campo architettonico ha attuato numerosi interventi di riqualificazione su edifici monumentali sottoposti a tutela tra cui: il Castello di Carpineti e la relativa Pieve romanica di San Vitale, Il Palazzo Ducale in Reggio Emilia (ora sede della Prefettura), il Bastione medioevale di Porta Castello in Reggio Emilia. In ambito urbanistico ha curato la redazione di numerosi strumenti urbanistici tra cui: PRG centro storico di Guastalla (RE) 1969-1972, PRG centro storico di Piacenza 1975, PRG centro storico di Gualtieri (RE) 1980, PRG centro storico di Reggio Emilia, 1999. Particolare impegno è stato rivolto al corretto rapporto tra aree territoriali ad economia contrapposta; tra i suoi studi in materia ricordiamo, tra gli altri: “Studio preliminare al Piano di Sviluppo della Comunità Montana dell’Appennino reggiano” (1973 Coordinatrice dell’equipe di studio); “Tutela dell’ambiente e recupero socio-economico del crinale fra i castelli di Rossena e Canossa”; “Restauro e Valorizzazione di Pievi, Castelli e insediamenti nelle Terre dei Canossa” (1979 Coordinatore generale dell’equipe). Tra i contributi pubblicati ricordiamo: Costa M. C., Gaetani G., Il recupero dell’insediamento storico montano. Un metodo di rilevamento delle risorse edilizie in ambiente appenninico, Roma, Multigrafica editrice, 1984. Come capogruppo di equipe è risultata vincitrice di diversi concorsi nazionali di riqualificazione urbana tra cui: Concorso nazionale in due gradi per il piano di recupero del Parco dei Teatri in Reggio Emilia (Vincitrice ex-aequo).
Nel corso degli anni ha fatto parte di numerosi organi di ricerca e di tutela del territorio e del patrimonio costruito tra cui: Membro del Consiglio Nazionale per i Beni Culturali ed Ambientali del Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali dal 1975 al 1988. Membro del Comitato di Settore per i Beni Ambientali ed Architettonici del Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali dal 1979 al 1988. Esperto in materia di pianificazione territoriale (primo elenco nazionale D.M. 26/10/71) del Ministero LL.PP. Membro del Comitato Tecnico Consultivo della Regione Emilia Romagna. È stata inoltre Professore a contratto presso la Facoltà di Ingegneria Ambientale dell’Università di Udine e presso l’Università di Trieste. Già membro del Comitato scientifico dell’Associazione per il recupero del costruito (ARCo) di Roma, oggi è socio onorario. Nel 2012 il suo percorso professionale è stata oggetto di una monografia a cura di Francesco Lenzini edita da Alinea, Firenze.
È tutt’ora in attività.